Lettera al Presidente della Repubblica – Proposta circa il conferimento della Medaglia d’oro al Valor Civile per quei lavoratori della Sanità caduti sul lavoro per salvare altre vite umane.

Lettera al Presidente della Repubblica – Proposta circa il conferimento della Medaglia d’oro al Valor Civile per quei lavoratori della Sanità caduti sul lavoro per salvare altre vite umane.

Condividi su:

Share on facebook
Share on telegram
Share on whatsapp
Share on email

Sfoglia articoli:

Lettera al Presidente della Repubblica

Abbiamo inviato questa lettera al Presidente della Repubblica firmata dalla redazione de “LE LOTTE DEI PENSIONATI” ed altre associazioni.                                   

Per sostenere l’iniziativa, se volete, potete fotocopiarne il testo e inviarlo come singoli cittadini, oppure potete aderire alla petizione online… Grazie!   

Qui potere trovare l’elenco degli operatori caduti sul lavoro: 
https://portale.fnomceo.it/elenco-dei-medici-caduti-nel-corso-dellepidemia-di-covid-19/

OGGETTO: Proposta circa il conferimento della Medaglia d’oro al Valor Civile per quei lavoratori della Sanità caduti sul lavoro per salvare altre vite umane.

Al momento in cui le scriviamo, sono oltre 29.684 i morti in Italia da quando è scoppiata l’epidemia dovuta al coronavirus. Fra loro sono già oltre 154 i lavoratori, personale medico, infermieristico e OSS, caduti in questi primi mesi.
Sono morti in gran parte perchè si sono trovati come se fossero al fronte in una nuova guerra. Una guerra che viene combattuta contro un nemico invisibile, che combatte con armi a noi e a loro sconosciute.
Si sono trovati davanti davanti ad un dilemma etico-morale: usare qualche stratagemma per scansare il pericolo, o continuare a combattere sui loro posti di lavoro.
Hanno continuato nella loro opera , molto spesso senza neanche avere una minima dotazione di quei Dispositivi di Protezione Individuale che avrebbero potuto se non altro attenuare di molto il pericolo di essere loro stessi contagiati .
Ed ora i loro cari, e tutto il Paese, piangono la loro dipartita. Con determinazione e coraggiosa abnegazione, pur consapevoli dei rischi per la propria incolumità, si sono adoperati nel tentativo di salvare altre vite umane.
Non a caso, e con ragione, in tutto il Paese sono stati chiamati con la parola ” EROI “. Perchè lo sono davvero.
La Repubblica Italiana, per questi casi, ha ripreso quanto istituito già nel 1851 dal Re Vittorio Emanuele II con Regio Decreto n. 1168 del 30 aprile 1851.
Riprendendolo con la legge del 2 gennaio 1958 n.13 – Norme per la concessione di ricompense al valore civile, modificata dalla Legge 15 febbraio 1965 , n. 39; e con l’approvazione del Regolamento di Esecuzione di cui al DPR 6 novembre 1960, n. 1616. Le finalità di tali leggi sono ; “Premiare atti di eccezionale coraggio che manifestano preclara virtù civica e segnalarne gli autori come degni di pubblico onore “.
Indicando quali destinatari , fra l’altro : ” Cittadini che abbiano esposto la propria vita a manifesto pericolo per salvare persone esposte ad imminente e grave pericolo , per impedire o diminuire il danno di un grave disastro pubblico o privato …in genere per il bene dell’umanità.. ”
In considerazione di quanto sopra , chiediamo al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella il conferimento della Medaglia d’ Oro al Valor Civile a quei lavoratori della Sanità deceduti con onore nell’esercizio delle proprie funzioni, incuranti del grave pericolo per la propria vita.

Firenze 8 maggio 2020

Per la redazione de “Le lotte dei pensionati”          Savio Galvani

Per l’associazione “Adina onlus”                            Anna Nocentini

Per l’associazione “Casa dei diritti sociali aps”     Raniero Casini

POTREBBE INTERESSARTI:

Assemblea regionale Napoli

L’assemblea si terrà presso il Maschio Angioino, Antisala dei Baroni in Piazza Municio a Napoli Presidenza: Savio Galvani dell’Associazione Augusto

Leggi »